Reggio Calabria
 

A Reggio Calabria largo dedicato al prof. Antonio Cordova

cordovaantonioSarà intitolato domani a Reggio Calabria il largo Antonio Cordova, dedicato alla memoria del docente che in città ha ricoperto anche ruoli pubblici ed è stato un punto di riferimento politico, culturale e morale nel corso della sua vita. La cerimonia e l'apposizione della targa si terranno a partire dalle 17 nel piazzale scelto dall'Amministrazione Comunale per la commemorazione del prof. Cordova, adiacente alla piazza della chiesa del Crocifisso, proprio a pochi metri dalla storica abitazione della famiglia Cordova.

Trapiantato dalla natia San Lorenzo a Reggio Calabria fin dagli anni universitari, Antonio Cordova si è formato spiritualmente nelle file dell'azione cattolica presso i padri domenicani, di cui è divenuto Terziario. Quel convento attirava allora gran parte della vivace intelligenza reggina: da qui l'impegno cristiano che ha sempre caratterizzato la sua attività di educatore e di politico. E' stato sempre coerente ai suoi principi morali, tanto da suscitare positivi apprezzamenti persino nei suoi avversari politici.

Proprio l'impegno civico e politico, oltre a quello cattolico, ha contraddistinto la vita del prof. Cordova, rendendolo un protagonista della storia di Reggio Calabria: dal 1945 al 1980 è stato consigliere comunale, presidente degli Ospedali Riuniti, Commissario Prefettizio ECA, Commissario della Gioventù Italiana, Componente Commissario Controllo AGIS, presidente Diocesano ACI, presidente della Prima Circoscrizione, del Centro Storico.

Il suo impegno politico e socio-culturale si è inoltre concretizzato nella fondazione, nel 1968, di un giornale satirico-politico, "L'Olmo", dove ha profuso le sue energie, anche in chiave politica, per fustigare i pubblici costumi. Un percorso al servizio dei cittadini, che gli ha provocato però aspri contrasti anche tra gli amici di partito.

Tra i riconoscimenti nei confronti del prof. Cordova, si ricorda il conferimento della prestigiosa "Zagara d'oro", primo premio per la poesia. E' stato anche insignito dell'onorificienza di Cavaliere della Repubblica. Emblema del pensiero del prof. Cordova, che lo ha reso molto noto in città e presente nella memoria collettiva ancora oggi, a distanza di anni dalla scompars, un brano di una sua poesia, dal titolo "Il Demagogo", che recita così: "I... tiranni – trafficano tutto, vendono tutto: onore, patria, famiglia e religione".

Alla cerimonia pubblica di domani, oltre alla numerosa famiglia Cordova, parteciperà il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, il delegato alla Cultura, Franco Arcidiaco, e il parroco della chiesa del Crocifisso, don Marco Scordo.