Calcio a bambino immigrato a Cosenza, il racconto di una testimone: "Ha fatto un volo di due metri, gesto folle"

cosenza 600"Una scena raccapricciante. Ho visto quel bimbo fare un salto di due metri e accasciarsi a terra. Non potevo credere a quello che stava succedendo. Il mio primo pensiero e' stato soccorrerlo". E' il drammatico racconto fatto all'ANSA dalla giovane testimone dell'atto di violenza ai danni di un bimbo immigrato da parte di un uomo che si sta cercando adesso d'identificare. L'episodio e' avvenuto in pieno centro a Cosenza e davanti a decine di persone. "Non posso credere che un uomo - ha poi aggiunto la ragazza - sferri un calcio ad un bimbo di tre anni solo perche' di colore diverso dal suo. Siamo arrivati alla follia. Pensavo che la storia ci avesse insegnato qualcosa e invece ho visto con i miei occhi la cattiveria umana e questo mi ha sconvolto. Per questo ho scritto il post su facebook, invitando quanti erano li' ad andare in Questura e fornire elementi utili per identificare quell'uomo, che e' anche padre. E allora mi chiedo che tipo di educazione impartisce al proprio figlio".

La giovane racconta tutto d'un fiato, con la voce rotta dall'emozione, ma determinata ad andare avanti. "Ho dato la mia disponibilita' agli inquirenti - spiega - per aiutarli a rintracciare l'autore del gesto. Vorrei infine rivolgere un appello alla mamma di quei tre bambini. Vorrei che mi contattassero per sapere come sta il piccolo, poterlo riabbracciare e aiutarli, qualora avessero bisogno, anche durante il processo, se si dovesse arrivare a identificare quell'uomo".

Creato Venerdì, 06 Settembre 2019 19:18